Parole d'Artista VI

IL SEGNO DEL CHIMICO

Produzione Teatro Stabile di Torino e Centro Internazionale di Studi Primo Levi

Valter Malosti è Primo Levi e risponde alle domande dell’intervistatore impersonato da Domenico Scarpa, che ha anche curato la selezione dei testi. E’ uno scambio intenso e unico: con il suo linguaggio nitido, ironico, aperto alle meraviglie dell’universo, Primo Levi racconta della sua vocazione scientifica, della sua vita di testimone del Lager, della sua esperienza come narratore e come tecnico di laboratorio.

L’UOMO LA BESTIA LA VIRTU’

Teatro de Gli Incamminati / Diablogues

…Esilarante, eh, lo so! Esilarantissimo. Lo so.
La vista chiara, aperta, delle passioni – e siano anche le più tristi, le più angosciose –
ha il potere, lo so, di promuovere le risa di tutti! …

(L’uomo, la bestia e la virtù – atto I, scena VII)

LA BOTTEGA DEL CAFFE’

Nel 1750 Goldoni compone sedici commedie, introdotte dal manifesto de Il teatro comico. È in questo gruppo che fa la sua prima apparizione La bottega del caffè, destinata a diventare un titolo celebre. Un’opera da subito entrata nel canone, eppure piena di misteri e ambiguità; un titolo che nel tempo ha suscitato riletture complesse, come quella di Rainer Werner Fassbinder.

UN TRAM CHE SI CHIAMA DESIDERIO

Antonio Latella, regista di fama internazionale particolarmente attivo in Germania – la sua attività si divide infatti tra Italia e Berlino – ha recentemente fondato la compagnia Stabile/Mobile, ed ha da poco concluso la sua esperienza come direttore artistico del Nuovo Teatro Nuovo di Napoli. Lo scorso mese di ottobre, nell’ultima edizione di VIE Scena Contemporanea Festival, ha debuttato con i primi due movimenti del progetto Francamente me ne infischio in cui la figura centrale di Rossella O’Hara è lo spunto per parlare dell’America. È sempre di America che si parla nel lavoro ch segna la sua prima collaborazione con Emilia Romagna Teatro Fondazione: Un tram che si chiama desiderio.

ITIS GALILEO

Essere geniali, in circostanze difficili, può essere un problema, per gli altri soprattutto.
Parte da questa considerazione il lavoro di approfondimento curioso che Marco Paolini e Francesco Niccolini hanno dedicato alla figura di Galileo.

LA MARATONA DI NEW YORK

Venerdì 13 gennaio 2012
Centro Giraudi ore 21.00

di Edoardo Erba
interpretato e diretto da Cristian Giammarini e Giorgio Lupano

LA CASA DI BERNARDA ALBA

È la deformità delle nane che abbiamo scelto per rivelare la bellezza dell’anima. Nello spazio chiuso in cui gli uomini le costringono, le figlie di Bernarda aprono la breccia del sogno e dell’amore
(Antonio Dìaz-Floriàn)

ROSVITA

TORNANDO A ROSVITA
Roghi di giovinette, stupri e torture, cedimenti, amori impossibili che non si arrestano neanche davanti alla necrofilia, padri autoritari e pii: miniature medievali che riaffiorano da un passato remoto e che si perpetuano sempre uguali (se solo le sappiamo leggere) nelle cronache quotidiane del pianeta.

corsia_incurabili

CORSIA DEGLI INCURABILI

Continuando la feconda collaborazione tra Teatro di Dioniso e Teatro i, nata lo scorso anno sul Progetto Testori e tra Teatro di Dioniso e Festival delle Colline, Valter Malosti dirige per la prima volta Federica Fracassi in un progetto comune.

Copertina_senso

SENSO

Sullo sfondo dell’Italia risorgimentale si snoda la vicenda della contessa Livia Serpieri, protagonista della novella del 1883 Senso di Camillo Boito,