DORA PRO NOBIS (2018)

La storia di Dora Maar è il Novecento. La sua serietà, la sua perdizione, la sua capacità di vedere senza essere vista, l’ostinazione quasi infantile, lo straordinario talento. L’amore, soprattutto.

TALKING HEADS II (2017)

due testi inediti per le scene italiane di Alan Bennett
con Michela Cescon , regia  Valter Malosti

IFIGENIA IN CARDIFF (2017)

Effie la sfrontata, la sboccata, la squattrinata Effie vive in un Galles di periferia, a sud di Cardiff, nel quartiere di Splott, dove conduce un’esistenza irregolare senza progetti, senza futuro.

Giro di vite (2015)

Nel 1898, Henry James dava alle stampe Il giro di vite (The turn of the screw), una costruzione meravigliosamente ambigua e forse la sua novella più famosa presso il grande pubblico, anche per una bella versione cinematografica firmata nel 1961 da Jack Clayton (The innocents).

MADDALENE da Giotto a Bacon (2013)

Di Testori, autore per me seminale, non ho mai messo in scena opere teatrali, mi ha sempre affascinato il Testori parallelo, sublime, avventuroso ed emozionale critico e mercante d’arte.

LA BUONA EDUCAZIONE (2018)

Una donna deve prendersi cura di un giovane essere umano, ultimo erede della sua stirpe. Deve ospitarlo nella sua vita, nella sua casa, nella sua mente, deve educarlo, progettare il suo futuro, deve contribuire all’edificazione di un giovane Uomo.

ANNA KARENINA (2017)

da Lev Tolstoj
in scena Irene Ivaldi
musiche originali e trascrizioni eseguite dal vivo da Lamberto Curtoni
adattamento teatrale e regia Valter Malosti

Lo stupro di Lucrezia / radio edit (2015)

Questo ‘concerto’ tratto dallo spettacolo Lo stupro di Lucrezia di Shakespeare è la versione radiofonica live andata in onda su Radio3 Rai nel 2012. Il lavoro può essere presentato da solo, ma è soprattutto pensato come complemento alla versione concerto di Venere e Adone

Shakespeare / Venere e Adone in concerto (2013)

Shakespeare / Venere e Adone in concerto è la versione disidratata dello spettacolo che ha debuttato nel dicembre 2007, facendo ottenere a Malosti nel 2009 (insieme a Quattro Atti Profani di Tarantino) il premio della associazione Nazionale Critici di Teatro (ANCT) per la regia.

Senso (2011)

Una donna esamina il suo volto allo specchio: con morbosa attenzione controlla che i segni dell’inquietudine che la tormenta non ledano la sua immagine. Così inizia “Senso”, la più fortunata delle novelle di Camillo Boito, uscita nel 1883 a chiudere la raccolta “Storielle vane”.